Come eliminare i moscerini dalle piante con metodi naturali

Quando decidiamo di iniziare a coltivare una qualsiasi specie di pianta dobbiamo mettere in conto che questa potrebbe essere l’oggetto del desiderio dei fastidiosissimi moscerini!

Già, la natura è magnifica e spesso ci ritroviamo a chiederci: “Perché esistono i moscerini?”. Darwin sicuramente ci risponderebbe che la Madre Natura non lascia nulla al caso, i moscerini esistono perché avranno sicuramente un ruolo importante, utile a mantenere un equilibro di cui poco conosciamo ancora. Ma allo stesso tempo è possibile proteggere le nostre piante dalle loro invasioni dannose.

Come sappiamo infatti ogni pianta o coltura deve essere protetta da ospiti indesiderati. Così come utilizziamo il caffè come deterrente per l’avvicinamento di alcuni insetti, disinfettiamo il terreno perché sia pronto e pulito per le colture, puliamo le foglie delle piante dallo sporco perché possano “respirare” meglio, allo stesso modo dobbiamo occuparci anche dei moscerini.

pianta uva

I moscerini delle piante

Innanzitutto per sconfiggere un nemico bisogna conoscerlo bene e allora conosciamo un po’ il moscerino, vediamo cosa lo attira e cosa invece lo respinge. Più conosciamo del nostro nemico più saremo in grado di attuare strategie che lo allontanino dalle nostre coltivazioni!

Quando parliamo dei moscerini ci riferiamo a quella specie che attacca tutte le piante da frutto, compresi i vitigni. Il moscerino appartiene alla famiglia delle Drosophila Suzukii ed è un parassita polifago, cioè un parassita che non ha una dieta specifica ma mangia un po’ di tutto!

Questo moscerino dei piccoli frutti è stato importato dal sud est asiatico solo qualche decade fa e si è diffuso rapidamente provocando danni ovunque, come una specie di diavolo della Tasmania.

moscerini della frutta

Questi insetti quando diventano adulti hanno una lunghezza di 2-3 mm, amano gli ambienti umidi e la maggior parte delle Drosofile non sono parassiti, perché infestano solo frutta troppo matura già caduta, ma le femmine della Drosophila Suzuki possono deporre le loro uova nella buccia dei frutti in maturazione, infestandoli. Una femmina può deporre complessivamente circa 400 uova. Le larve sgusciano già dopo un giorno dalla deposizione e iniziano a nutrirsi dei frutti dal loro interno. L’impupamento può verificarsi nel frutto o anche nel terreno e in 8-14 giorni sono pronti per andare a far danni in giro.

Questi insetti prediligono un clima temperato, ma ci sono moscerini che restano attivi anche con temperature poco superiori a 10 gradi. Adesso che abbiamo un quadro più delineato del nostro nemico possiamo iniziare a pensare alle strategie migliori per allontanarli dalle nostre piante.

I rimedi per i moscerini delle piante

Quando una pianta è attaccata dai moscerini è semplice accorgersene, la sua crescita rallenta, le foglie si ingialliscono, i germogli iniziano a seccarsi, la nostra pianta perde vigore e intorno ad essa ci saranno moltissimi moscerini che svolazzano.

Controllare le irrigazioni

Una prima strategia efficace è quella di iniziare a ridurre le irrigazioni. Sappiamo che questi insetti amano gli ambienti umidicci e caldi, quindi se riduciamo la quantità d’acqua sicuramente noteremo un calo della popolazione, calando l’umidità saranno minori le uova deposte nel terreno che riusciranno a schiudersi. Proveremo quindi ad annaffiare le nostre piante solo quando il terreno sarà completamente asciutto.

pianta di mele

Usare delle trappole

Un secondo step è quello delle trappole da lasciare nei dintorni delle piante. Possiamo creare le trappole anche con metodi casalinghi, agiranno nel tempo e ci aiuteranno ad allontanarli. Se preferiamo possiamo acquistare le trappole anche in negozi specializzati nella cura delle piante, ma se decidessimo di produrle in casa è molto semplice realizzarle perché basta riempire un bicchiere con ¾ di acqua, aggiungere dell’olio da cucina fino all’orlo e poi mettere un bicchiere con questo composto vicino allo sciame di moscerini. I moscerini saranno attirati dal bicchiere trappola che abbiamo preparato, si impregneranno d’olio e non potranno più volare, moriranno soffocati e potremmo dirgli finalmente bye bye!

Prodotti biologici

Se l’infestazione da moscerini è grave, una soluzione potrebbe essere quella di usare un potente insetticida naturale, ricavato dalle margherite africane, il piretro. Il piretro è un insetticida ad ampio spettro ed è ammesso nelle agricolture biologiche. Se amiamo le nostre piante, sicuramente sceglieremo prodotti che le rispettino perché sappiamo che la terra ci restituirà sempre ciò che le diamo. Come abbiamo già visto per i bruchi verdi, anche con i moscerini si possono usare prodotti naturali.

Tra i prodotti naturali che ci aiutano a sconfiggere i moscerini abbiamo anche l’olio di Neem, che agirà da repellente contro questi indesiderati ospiti. Quest’olio dal forte odore, allontanerà gli insetti adulti e impedirà loro di deporre uova, inoltre basterà versarlo nel terreno per rendere sterili le uova già deposte, così la probabilità di nuove nascite sarà pari a zero.

Sempre tra i rimedi naturali troviamo un validissimo alleato: l’aglio. L’aglio rappresenta l’acerrimo nemico dei moscerini, con il suo odore pungente copre tutti gli odori delle altre piante, così i nostri moscerini saranno confusi e disorientati, il loro olfatto sarà messo ko così non attaccheranno le nostre amate piante.

Conclusione: si possono mandare via i moscerini con rimedi naturali?

In conclusione, possiamo dire che la risposta è sì. Sicuramente l’esistenza dei moscerini non è casuale nella natura, ma con le giuste conoscenze possiamo proteggere le nostre piante dai moscerini rispettando quell’equilibrio che da sempre governa la vita di ogni essere vivente.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO