Piante in bagno: indicazioni per scegliere quelle giuste

Le piante in bagno, oltre a essere complementi d’arredo raffinato, sono utili per migliorare la qualità dell’aria nell’ambiente in quanto assorbono il vapore acqueo e necessitano di una luce minima. L’elevata umidità del bagno riesce a ricreare le condizioni ideali per la vita di alcune specie, facilitandone la crescita e rendendo il living accogliente.

Ma come scegliere le piante adatte da sistemare nel bagno? Dopo aver visto quali sono le piante più indicate per la camera da letto, ora vedremo qualche consiglio per quest’altro ambiente della casa.

Le felci che riescono a cambiare il look del bagno

piantina di felce

Le felci sono perfette nel bagno e sono in grado di cambiarne anche il look dando un bellissimo effetto finale. Rendono il living accogliente e possono essere poste anche in spazi minimi, posizionate sopra mensole ai muri o appese con i loro vasi a ganci nel soffitto. Le loro foglie che somigliano a una piume le rendono particolarmente eleganti.

Alcune specie di felci hanno una crescita lenta ma necessitano della luce diretta del sole, per cui è meglio non porle in bagni cechi, senza finestre. Altre, invece, vivono con una luce minima. Generalmente tutte le varietà di felci riescono a gestire in maniera ottimale gli sbalzi di temperatura, vivendo bene in mezzo all’umidità.

Piante nel bagno? Gli indistruttibili pothos

pothos

Il pothos è una pianta immortale e indistruttibile la cui crescita allungata la fa somigliare alla vite. È una specie che ben si adatta nei bagni ciechi e privi di finestre in quanto riesce a sviluppare anche in condizioni di luce scarsa.

Il pothos è perfetto se posto in vasi sospesi dal soffitto, magari in due punti diversi dell’ambiente: riesce a regalare un bellissimo effetto decorativo. Posizionato sul davanzale della finestra regalerà foglie rigogliose in qualsiasi stagione, rendendo il living ampiamente accogliente.

La Tillandsia: la pianta senza radici

Tillandsia pianta d'aria

Abbiamo da poco parlato della Tillandsia, la pianta figlia del vento e senza radici, che vive senza terra. Considerando che si nutre tramite le goccioline d’acqua trasportate dall’aria, quale pianta migliore per l’ambiente umido del bagno?

È bellissima poggiata in qualsiasi punto con un po’ di luce filtrata dalla tenda, ma può anche essere appesa e scenderà creando dei bellissimi giochi di colore verde e quando fiorisce i suoi fiori brilleranno con colori accesi.

L’aloe vera, utile non soltanto in bagno

piantina di aloe vera

Posizionare l’aloe vera in un bagno con luce minima consente di avere a portata di mano una pianta medicamentosa. Il gel e il succo provenienti dalle foglie della pianta sono utili per alleviare piccole ustioni o scottature e per lenire la pelle irritata.

È molto facile da coltivare, non necessita di essere innaffiata in quanto riesce ad adattarsi e vivere bene grazie all’umidità presente nell’ambiente. Occorre soltanto porre attenzione a non sistemare la pianta alla luce diretta del sole che potrebbe bruciare le foglie, mentre cresce rigogliosa con una luminosità filtrata dalla tenda.

La ricercata eleganza dell’orchidea in bagno

orchidea

L’orchidea è la pianta elegante per eccellenza, perfetta in ogni ambiente della casa e ottima anche nel bagno. In quelli con poco spazio riesce a dare ampiezza con le sue linee geometriche e pulite in grado anche di facilitare il relax.

Contrariamente a quanto si pensa, le orchidee non sono piante difficili da coltivare ma, quando trovano la luce ideale e il posto adatto, si ambientano perfettamente nell’ambiente diventando parte integrante del bagno.

La classica pianta ragno

La pianta ragno è tradizionalmente accolta negli interni perché è facile prendersene cura. Nel bagno riesce a trovare un buon habitat, anche se è meglio non metterla in ambienti bui in quanto le sue foglie verdi potrebbero perdere l’intensità. Da porre attenzione a bruschi sbalzi di temperatura.

La gemma di Zanzibar e il suo splendore nel bagno

La gemma di Zanzibar trova il suo posto ideale nei bagni ciechi e senza finestre perché vive ottimamente in ambienti bui. Anzi, il verde intenso delle sue foglie è dovuto proprio all’oscurità. È parecchio resistente all’umidità e non richiede molta cura. Rende il bagno elegante e raffinato.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO