Come potare il melo? Procedimento, tempistiche e informazioni utili

Il melo é uno degli alberi da frutto più coltivati nei frutteti, perché la mela é uno dei frutti che piacciono di più, é salutare e si conserva bene. Fa parte della famiglia delle Rosaceae e la sua altezza varia dai 5 ai 12 metri. Il melo comprende più di trenta tipi di alberi.

I fiori del melo sono di colore bianco rosato all’esterno e bianco all’interno ed é una pianta che sopporta molto bene il freddo. Può essere coltivato ovunque, prediligendo comunque i luoghi freschi e i terreni ricchi di humus.

Abbiamo già visto indicazioni su quando e come piantare degli alberi da frutto, ma come funziona la potatura? Vediamo nello specifico come e quando potare il melo.

Come eseguire la potatura del melo

Fruttetto con piante di melo rosso

In natura potare un melo non sarebbe neanche necessario, perché questi alberi crescono anche senza l’intervento dell’uomo. Ovviamente nel nostro frutteto possiamo invece eseguirla per risolvere alcuni problemi e ottimizzare lo sviluppo della pianta e la sua produzione di frutti.

La potatura va eseguita quando la pianta si trova in condizioni critiche, per tenere le dimensioni della pianta in modo gestibile, o per facilitare la raccolta dei frutti. Potare un melo significa anche dargli la forma che vogliamo. Inoltre, la potatura é utile per dare luce alle parti più interne dell’albero, eliminando i rami che oscurano.

Esistono due tipi di potatura, quella di allevamento e quella di produzione.

La potatura di allevamento viene eseguita entro i primi tre anni di vita dell’albero. Consiste nell‘eliminare i rami che mostrano delle deformazioni e permette anche di guidarne la crescita dando alla pianta la forma e la dimensione che più preferiamo. Ovviamente nella potatura bisogna avere molta cura di lasciare i rami produttivi.

I rami produttivi sono quelli più morbidi e spugnosi mentre quelli sterili si riconoscono dalla durezza della corteccia. Eseguendo la potatura di allevamento si eliminano i rami che tendono troppo verso l’esterno, lasciando quelli che vanno verso l’alto e il centro.

La potatura di produzione invece viene eseguita quando l’albero é adulto. È considerata una potatura di ringiovanimento sugli alberi molto vecchi e ne migliora la forma e la struttura, in quanto si tolgono i rami secchi ed improduttivi e si potenzia il rendimento dei rami fertili. Questi rami si trovano nella parte interna di quello che si chiama la chioma dell’albero, soprattutto al centro ed in alto.

In entrambe le potature una cosa importante da seguire é il taglio inclinato nella direzione delle gemme che serve per lasciare sgrondare l’acqua piovana, in quanto su un taglio orizzontale ristagnerebbe, provocando danni all’albero.

Quando va potato il melo

Pianta di melo

Il periodo ideale per la potatura di allevamento del melo é quando la pianta é a riposo vegetativo, ossia prima che inizi a germogliare. Questo periodo va da fine novembre ai primi di marzo. Il periodo ovviamente può variare a seconda della zona dove si trova il melo. Se si trova in una zona molto fredda, con temperature che scendono sotto lo zero, bisogna aspettare che le temperature diventino più miti, alla fine dell’inverno.

Per quando riguarda la potatura di produzione il periodo ideale é quello estivo quando si rimuovono i polloni e gli succhioni.

Strumenti indispensabili per una buona potatura

In nessun caso si devono usare le mani per tagliare i rami, ma bisogna munirsi di forbici specifiche per la potatura in modo da avere un taglio netto senza monconi o rami troppo appuntiti. Gli strumenti devono essere di ottima qualità e ben affilati e vanno disinfettati con solfato di rame al 5%.

Quelli consigliati sono il troncarami, le forbici, lo svettatoio, il seghetto e cosa molto importante i guanti in modo da non procurarsi ferite sulle mani.

Inoltre, considerate che gli attrezzi devono essere scelti in base alla circonferenza dei rami che si devono tagliare. Strumenti inadeguati possono rovinare la pianta, quindi ponete molta attenzione a quelli che sceglierete.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO