Pianta dei pappagalli: descrizione e cose da sapere

La Asclepias syriaca o la Green Parrot o più comunemente nota coma la pianta dei pappagalli, è originaria del Canada e ad oggi è diffusa anche in Europa. Si tratta di una pianta esteticamente piacevole e prevalentemente ornamentale.

La pianta è caratterizzata da un grappolo di fiori rosa che si trasformeranno solo successivamente in frutti. Il nome della pianta prende il nome proprio dalla conformazione fisica dei suoi frutti, i quali, una volta sviluppati sono verdi, piumati e con forma allungata e ricordano proprio dei piccoli pappagalli verdi.

Asclepias syriaca o pianta dei pappagalli
Il frutto della Asclepias syriaca o pianta dei pappagalli che sembra appunto un pappagallino (foto di H. Zell).

Habitat e cura della pianta dei pappagalli

È possibile coltivare la pianta dei pappagalli in giardino, facendo attenzione perché il contatto con le foglie potrebbe risultare fastidioso per gli umani e persino per gli animali domestici. Le sue foglie sono in grado di irritare la pelle quindi bisogna maneggiarla con attenzione. Attenzione quindi se avete gatti o tartarughe, per esempio.

Come accade con molte piante, anche la Asclepias syriaca vive bene in ambienti soleggiati e con terreno umido, preferibilmente sabbioso. È necessario non esagerare con l’irragazione. Se il terreno è già umido, non bisogna annaffiare ulteriormente perché si rischia di creare un ristagno d’acqua. Specialmente nel periodo invernale, è opportuno irrigare con moderazione, anche se resiste bene ai climi freddi.

I fiori, invece, sono elementi molto importanti dal punto di vista ecologico perché favoriscono ed attirano la biodiversità come le api, le quali si occupano dell’impollinazione. In generale, circa 450 insetti si nutrono di essa. La fioritura avviene nel periodo estivo tra giugno e agosto; in autunno invece, i fiori si trasformano nei suoi caratteristici frutti.

È necessario tenere in considerazione che la pianta può raggiungere fino ad 1 metro di altezza. In generale, potrebbe diffondersi anche in maniera molto espansa e aggressiva, quindi è necessario assicurarsi di avere abbastanza spazio a disposizione non essendo idonea per i piccoli giardini.

Nel suo primo anno di vita, la coltivazione della pianta può avvenire in vaso ma necessita di coltivazione nel suolo già dal secondo anno essendo, appunto, una pianta ornamentale da giardino. Nel complesso, è una pianta che non richiede molta manutenzione in quanto non necessita di particolari concimi o di potatura.

Pianta dei pappagalli, cose da sapere
I fiori della Asclepias syriaca o pianta dei pappagalli

Altri utilizzi della Asclepias syriaca

Come anticipato, la linfa della pianta dei pappagalli può irritare la pelle degli umani, tuttavia, se maneggiata con attenzione, può avere molteplici utilizzi benefici ed essere utilizzata anche in cucina.

La pianta ha proprietà diuretiche, cicatrizzanti ed è utile per alleviare i sintomi della febbre. Ogni parte della Asclepias syriaca presenta proprietà differenti; la radice è molto utile in caso di problemi di stipsi e sintomi bronchiali, il lattice delle foglie è utile per i reumatismi.

I fiori, ognuno dei quali di circa 1 cm, essendo ricchi di nettare, permettono di ricavare un composto molto simile al miele. Gli stessi possono essere bolliti o cotti in padella in quanto sono commestibili. Spremendo i semi, si ottiene un olio anch’esso commestibile e pronto per il consumo alimentare. I fiori secchi, invece, sono consigliati più che altro per scopi decorativi.

Considerazioni finali sulla Asclepias syriaca

Nel complesso, si può affermare che la cura e la manutenzione della pianta dei pappagalli risulta essere adatta anche per i meno esperti di vivaismo.

Come sopra descritto, sono richieste soltanto poche accortezze come il giusto terreno sabbioso (o misto torba e sabbia), il giusto quantitativo di acqua ed una corretta esposizione alla luce solare. Dal punto di vista della temperatura, non sono richieste particolari accortezze perché la pianta resiste bene sia a clima caldi che freddi con fioritura in estate.

Se non si ha molta esperienza, potrebbe essere la scelta giusta per entrare nel mondo delle piante e del vivaismo, a patto di avere un giardino sufficiente grande.