Quando si piantano le patate? Il periodo giusto e il procedimento

Le patate sono uno tra gli ortaggi più semplici da trovare in natura. Il periodo più adatto per piantarli dipende da diversi fattori, come ad esempio il clima e la temperatura e anche (secondo la tradizione) la fase lunare. La patata è, nello specifico, un tubero appartenente al gruppo dei Solanum Tuberosum ed originaria del Sud America. Successivamente viene importata in Europa durante la prima metà del XIV secolo e si iniziò a coltivare solamente nel XVIII secolo, poiché fu allora che ci si accorse del suo buon rendimento, soprattutto confrontata con i cereali.

In commercio esistono quattro tipologie di patate, quali: patate a pasta gialla, patate novelle, patate a pasta bianca e patate a buccia rossa e pasta gialla.

Le patate a pasta gialla vengono utilizzate per la preparazione delle patatine fritte ma anche bollite per le insalate, grazie alla loro polpa compatta e alla grande quantità di caroteni.

Le patate novelle vengono cucinate bollendole con la buccia, molto sottile poiché raccolte quando ancora la maturazione non è completata.

Le patate a pasta bianca sono caratterizzate da una polpa farinosa e, proprio per questo, sono adatte per la preparazione del puré o per il ripieno degli gnocchi.

Infine, le patate a buccia rossa e pasta gialla sono perfette cotte al forno o al cartoccio, perché la loro polpa è molto soda.

Dopo esserci occupati di cipolle, pomodori, ceci, zucche, carciofi e zenzero, vediamo ora quando e come piantare le patate.

Qual è il periodo ideale per la piantagione di patate?

Patate

Come già detto, il periodo ideale per piantare le patate dipende soprattutto dal clima e dalle temperature di un determinato luogo. La tradizione contadina indica il 19 Marzo, il giorno di San Giuseppe, come giornata perfetta per iniziare questo processo. Questo, però, è solo una convinzione della tradizione e non deve essere necessariamente seguito alla lettera.

Infatti, generalmente si fa coincidere la piantagione delle patate con l’inizio della primavera ma il periodo ideale cambia a seconda della zona. Ad esempio, nel sud Italia è consigliato il periodo tra febbraio e marzo, oppure il periodo autunnale che va da settembre ad ottobre. Per quanto riguarda il centro Italia, invece, viene prediletto il periodo compreso tra la fine di febbraio e la fine di marzo. Nel nord Italia è consigliato procedere alla piantagione tra la fine di marzo e l’inizio di giugno.

Nonostante queste piccole dritte, però, è importante tenere sott’occhio le temperature, in quanto quella ottimale per la piantagione delle patate va dai 10° ai 25° di giorno. Considerate poi anche l’escursione termica, perché anche durante la notte non dovrà mai scendere sotto gli 8°.

Anticamente ci si affidava moltissimo alla luna e, ancora oggi, moltissimi agricoltori lavorano in base al calendario lunare. La tradizione vuole, infatti, che si debba attendere la fase lunare in cui la luna risulti calante per poter piantare le proprie patate e trarre da queste ultime tutti i loro benefici.

Come si procede alla piantagione delle patate?

In base alla tempistica di maturazione, esistono tre tipologie di patate: le patate precoci che impiegano 65 giorni, le patate semi-precoci che impiegano dai 71 agli 80 giorni e, infine, le patate tardive che impiegano più di 90 giorni.

Proprio basandosi su ciò, è bene valutare quanto durerà la stagione vegetativa relativa al luogo dove ci si trova e, dopodiché, decidere quale tipologia di patata è più conveniente piantare.

Come curare le proprie patate?

Patate buccia rossa

Le patate hanno bisogno, indubbiamente, di numerose cure ed attenzioni. Necessitano di un terreno ricco di letame o di compost e libero da erbacce, nonché morbido e frequentemente smosso.

Un altro fattore importante per le piantagioni di patate riguarda l’esposizione al sole, perché le patate hanno bisogno di calore e luce per maturare al meglio. Inoltre, è bene anche annaffiare questi prodotti una volta alla settimana durante l’estate, oppure quando sono in procinto di seccarsi.

Infine, purtroppo, anche le patate sono soggette a malattie e, proprio per questo, è consigliato utilizzare prodotti specifici, il solfato di rame durante l’annaffiatura e trappole contenenti veleno, per difenderle principalmente da: virus PLRV, il penospora, i coleotteri ed il grillotalpa.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO