Quando si piantano i ceci? Periodo di semina e di raccolta

Il cece è una pianta erbacea facente parte della famiglia delle Fabaceae. I semi di questa pianta si chiamano ceci. I ceci si presentano tondi e gialli, con un diametro che varia dai 10 ai 15 millimetri. É stata una delle prime piante a fare parte delle colture domesticate. Per pianta adatta a coltura domesticata si intende una pianta che è stata resa domestica, cioè coltivabile.

La pianta del cece è una leguminosa a sviluppo indeterminato. Si posiziona terza leguminosa per produzione mondiale. Ad essa si succedono il fagiolo e la soia. I principali produttori mondiali sono India, Pakistan, Australia. In Italia, invece, la coltivazione non è tanto diffusa, poiché il territorio non è propenso verso questo tipo di piantagione e perché non c’è una grande richiesta di questo legume.

Raccolta dei ceci

Conformazione della pianta

La pianta si presenta come una radice che si ramifica fino a notevoli profondità, ciò le garantisce robustezza e resistenza alla siccità. É un cespuglio che si distribuisce in varie direzioni nel terreno, che possiede foglie, e su cui nascono i fiori. I fiori si fecondano da soli, generano così il legume, a seme singolo o doppio.

La coltivazione del cece

Il cece non ha esigenze particolari e non ha bisogno di particolari cure per essere coltivato. É molto facile da coltivare, perché si adatta a terreni poveri, aridi anche sassosi. Non teme siccità, poiché la pianta ramifica ad una profondità elevata.L’unico accorgimento fondamentale è preparare il seme con il sistema di conciatura. L’operazione di conciatura prevede l’applicazione sul seme, in maniera precisa e localizzata, di sostanze che prevengono l’azione di agenti patogeni, rischiosi per la pianta.

Questa pianta necessita di un ambiente parzialmente arido ed il clima che predilige è un clima caldo. Questo favorirà la pianta e non comprometterà la sua crescita. Per questi motivi il cece si presta benissimo per essere coltivato nel proprio orto. L’importante è che la zona scelta sia ben soleggiata e che il terreno in cui verrà piantata non sia argilloso o troppo fertile, poiché questi ultimi sono tipi di territori favorevoli all’umidità, cosa che fa soffrire questa pianta. Non ha bisogno di un’irrigazione eccessiva.

La semina: quando e come si fa?

Per una semina ottimale si parte dalla lavorazione del terreno, che deve essere fatta in modo adeguato. Il terreno, quindi, deve essere preparato con l’operazione di sarchiatura. La sarchiatura consiste nella lavorazione superficiale del terreno, che serve ad attivare l’ossigenazione delle radici delle piante, prevenire agenti patogeni e mantenere la pianta in un stato ottimale.

Come per tutti i legumi, anche ai ceci serve un aiuto per la pianta prima che vada in fiore. Questo aiuto si chiama rincalzatura. Una volta preparato il terreno, si interrano dei semi, a 3 o 4 centimetri di profondità e si creano delle file regolari, distanti 50 centimetri circa, in cui il seme viene posizionato in modo uniforme. Come abbiamo visto analizzando cosa seminare ogni mese, il periodo di semina ottimale è fra i mesi di febbraio e marzo, anche aprile nelle zone più fredde, quindi verso fine inverno. La sua stagionalità è annuale, vale a dire che la semina utile del cece non è determinata da una specifica stagione. Ogni stagione è favorevole alla semina di questa pianta.

Ceci

La raccolta

Dalla semina alla raccolta passano dai quattro ai sei mesi circa. Raggiunta la maturazione, il legume, può essere raccolto in maniera tradizionale, ovvero sradicando la pianta e lasciandola essiccare, per poi sgranarla, operazione con cui si estraggono i semi dal frutto. Si può sgranare sia a mano sia con un supporto meccanico, quali mietitrebbiatrice o pick-up.

Il periodo di raccolta avviene nei mesi estivi. Giugno e luglio sono i mesi ottimali per la raccolta. Ciò che ci fa capire che è il momento di raccogliere il frutto della pianta è quando la pianta inizia ad assumere un colore giallastro e il legume si presenta secco. I legumi si conservano secchi.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO