Quando seminare le carote? Il periodo giusto e altre cose da sapere

La coltivazione delle carote è una pratica antichissima. Da sempre i nostri avi hanno continuato a coltivare quest’ortaggio per via delle sue potenzialità particolarmente benefiche e anche perché, diciamocelo, sono buonissime! Oggi le carote accompagnano quasi ogni tipo di piatto, dalla tradizionale minestra al sofisticato aperitivo, e chi più ne ha più ne metta.

Le carote sono un vero puro concentrato di minerali e vitamine con proprietà estremamente benefiche non solo per il nostro organismo, in quanto diuretiche e depurative, ma anche per la nostra pelle. È risaputo infatti, come le carote favoriscano la produzione di melanina, la magica sostanza che rende le nostre pelli dorate e ci protegge dai raggi ultravioletti.

La coltivazione delle carote nacque in Medioriente e si diffuse in fretta in tutto il mediterraneo. Si tratta infatti di un ortaggio di radice che in quanto tale trova il suo habitat ideale in terreni soffici e sabbiosi e che è quindi perfetto per le nostre terre. Un grande vantaggio della carota è anche il fatto che riesce ad adattarsi facilmente ad ogni clima, anche se la temperatura ideale si attesta tra i 15 e i 25 gradi.

Come abbiamo già visto per melanzane, zucchine e carciofi, esiste un periodo ideale di semina anche per le carote.

Raccolto carote

Quando seminare le carote?

Il periodo ideale per seminare le carote sarebbe tra fine Marzo e inizio Aprile, o in primavera in generale, nel periodo in cui le temperature sono più miti. Questo perché, come detto precedentemente, per essere ideale, la temperatura non dovrebbe mai scendere sotto i 15 gradi. Ad influire sulla semina, in quanto fattore che influenza la temperatura, è anche l’esposizione al sole. La cosa migliore sarebbe difatti piantarle a mezz’ombra, in quanto l’ombra totale abbasserebbe di troppo la temperatura, mentre un’eccessiva esposizione al sole le alzerebbe troppo.

Il periodo che va da fine Marzo a Giugno è indubbiamente il periodo migliore per assicurare una semina ottimale delle carote, ma come detto precedentemente, per via della loro forte abilità nell’adattarsi è possibile seminarle anche in altri periodi dell’anno. Chiaramente poi ogni varietà specifica ha il suo ciclo colturale specifico, per cui queste indicazioni sono più che altro indicative.

Nel caso in cui si decida di seminare le carote in un periodo precedente al mese di Marzo, si parla di semina precoce. Anche se questo tubero è particolarmente resistente, è necessario proteggere le carote dal gelo. Seppur sia stato appurate che le carote sopportino bene il freddo fino ai 6 gradi, infatti, è comunque sconsigliato esporle a temperature eccessivamente basse. La soluzione migliore per una semina precoce è quella della coltura in serra o dell’impiego di un tunnel a soffietto.

Il tempo della germinazione delle carote va poi dalle due alle quattro settimane in base al livello di umidità e alla temperatura. Questo significa che, in base al periodo dell’anno, il tubero impiegherà più o meno tempo a crescere, ragion per cui non bisogna scoraggiarsi se dopo qualche settimana non si vedono ancora i primi risultati.

In quale fase lunare è meglio piantare le carote?

Terreno semina carote

Sembrerà strano ma secondo la tradizione popolare le fasi lunari possono in qualche modo influenzare la crescita delle piante. Essendo la carota un ortaggio da radice e da tubero, sarebbe consigliabile seminare durante la fase lunare calante poiché pare che l’influsso della luna stimoli lo sviluppo della pianta nel terreno. Tuttavia in merito i pareri sono discordanti, perché altre scuole di pensiero prediligono la lune crescente trattandosi di un ortaggio di difficile geminatura.

Trattandosi di tradizioni popolari, ad ogni modo, non vi sono riscontri scientifici a dimostrare la veridicità di queste teorie. Nonostante questo c’è ad oggi chi preferisce ancora seguire le fasi lunari e chi invece trasportato da una nota di scetticismo semina scegliendo soltanto la condizione climatica e il luogo che ritiene più adatto.