Cosa piantare vicino ai pomodori? Indicazioni per fare i giusti abbinamenti

Le piante, sia quelle da orto che da terrazzo cittadino, si comportano tra loro come una classe eterogenea di studenti. Alcuni creano delle amicizie solide e si aiutano l’uno con l’altro, altri non andranno mai d’accordo o peggio cercheranno di danneggiarsi. Nello stesso modo alcuni ortaggi beneficiano della vicinanza di tipologie diverse da loro ed anzi ne traggono beneficio, aiutandosi nella crescita, altre unioni provocheranno la morte reciproca.

Il comportamento dei pomodori in vaso

Alla base della dieta mediterranea, i pomodori, ognuno con le proprie caratteristiche e la propria funzione, possono essere di tantissime tipologie:

  • san marzano, ideale per le passate;
  • costoluto, indicato per le salse;
  • pachino, compagno designato per la bruschetta;
  • cuore di bue, perfetto per le insalate;
  • perino, utile ad ottenere il concentrato.
Pomodoro a grappolo

In base alle proprie esigenze, qualsiasi tipo­logia si scelga di piantare, bisogna tenere presente che il pomodoro è una pianta altamente depauperante, cioè tende più delle altre ad impoverire il terreno, risucchiando attraverso le proprie radici ogni sostanza nutritiva presente pur di crescere. La terra termina il suo ciclo totalmente impoverita e di conseguenza, a livello professionale, è consigliabile effettuare una rotazione delle colture sul campo. Per questo, se si decide di accompagnarlo con altre specie di piante, bisogna attentamente considerarne le caratteristiche e scegliere dei vicini che non richiedano troppe sostanze nutritive o attenzioni dal terriccio in tal senso.

In parole semplici, vegetali come il pomodoro tende a voler assorbire tutto l’azoto presente, quindi potrebbero instaurare un duello come ortaggi tipo melanzane, zucchine e cetrioli, anch’essi bisognosi di tale sostanza. Per accoppiarli nel modo corretto è necessario ricordare che, come abbiamo già visto, il periodo ideale per piantare i pomodori è quello che va da aprile a maggio, in quanto la temperatura ideale è di 20-25 gradi, con un suolo non troppo freddo.

Piante da affiancare ai pomodori

Pomodoro
  • Asparagi: questi andrebbero piantati un po’ di tempo in anticipo rispetto all’impianto dei pomodori, in quanto preparano adeguatamente il terreno al loro arrivo. La loro crescita, dopo la quale prediligono la solitudine, dura due anni, periodo durante il quale sono di grande beneficio ai nostri pomodori, che a loro volta li proteggono da piante infestanti.
  • Cipolle: ottime alleate dei nostri ortaggi, esse sono un cibo povero e di facilissima coltivazione. Non necessitano di alcuna cura se non un terreno non umido e drenante per evitare che marciscano. Il tipico odore forte tieni spesso lontano insetti e formiche, nocive per i pomodori, specie molto più delicata e soggetta a danneggiamento.
  • Sedano: con la stessa facilità e privo di esigenze cresce questo vegetale, capace di stare vicino ad ogni tipologia di pianta ma soprattutto pomodori e cipolle. Si tratta di un trittico perfetto, dove i due fidati compagni si occupano di eliminare la piaga dei microrganismi aggressivi, difendendolo da attacchi esterni.
  • Tagete: si tratta di fiori colorati di poche pretese, ideali per accompagnare nel vaso ortaggi di vario tipo, come i pomodori. Da un lato tiene lontani gli insetti, dall’altro attira le api con la loro funzione di impollinatrici, così importante per la natura.
  • Basilico: abbiamo visto analizzando cosa piantare ogni mese che il basilico si pianta nel mese di giugno ed è bisognoso soltanto di acqua e luce, poco esigente, con il caratteristico odore delle sue foglie questa pianta riesce a donare un sapore migliore ai pomodori, così poi come avviene nel piatto una volta colti entrambi.
  • Prezzemolo: insieme al pomodoro, questo vegetale, che cresce ad una velocità quasi infestante, ha esclusivamente bisogno di un terriccio asciutto e privo di ristagni di liquido. Anch’esso impedisce l’attacco degli afidi, per una corretta crescita di entrambe.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO