Come piantare le cipolle germogliate: la procedura e le cose da sapere

Molto spesso i germogli di cipolla, detti anche cacci, vengono gettati perché considerati indigesti ed anche nocivi per la salute e per questo motivo non utilizzabili in cucina. Fortunatamente questa diceria non corrisponde al vero perché i germogli di cipolla sono al contrario ottimi per la salute ed al tempo stesso possono essere piantati per produrre delle nuove cipolle che si potranno utilizzare in cucina.

Piantare delle cipolle germogliate non è certamente un’azione che si compie nel quotidiano e forse molti di noi non la contemplano nemmeno come fattibile. Chi però ama la natura ed ha una certa propensione al giardinaggio ed alla coltivazione generica di un piccolo orto, può essere interessato ad approfondire la conoscenza sulla coltivazione dei germogli della cipolla, un metodo facile che può trovare applicazione in qualsiasi contesto casalinga e non.

Magari, perché no, da queste piccole informazioni di orticoltura può scaturire anche una passione che può portare alla realizzazione di piccoli orticelli con tanta varietà di verdure fresca. Vi risulterà tutto più semplice se avete già piantato qualcosa nel vostro orto, magari dei carciofi, dei pomodori, delle zucche, o magari dei semi nel cotone per esempio. Ma in ogni caso qui di seguito illustreremo una breve guida alla coltivazione delle cipolle germogliate adatta anche ai più inesperti: iniziamo!

Bulbo di una cipolla

Il periodo propizio per piantare i germogli di cipolla

Per prima cosa dobbiamo conoscere i periodi dell’anno in cui è più opportuno piantare i germogli di cipolla affinché si possano avere i risultati migliori. Il miglior periodo di incubazione, ossia quando si andrà a piantare e quindi interrare il nostro germoglio, è compreso tra Ottobre e Febbraio.

Unica condizione affinché si abbia un ottimo risultato, è che il clima non sia particolarmente freddo o, peggio ancora, non ci siano state delle gelate extra stagionali negli giorni immediatamente precedenti all’incubazione. Nei casi appena descritti è vivamente sconsigliato di procedere con la coltivazione dei germogli di cipolla a meno che non si disponga di un luogo adeguatamente termoregolato.

Cosa occorre per piantare le cipolle germogliate

È possibile utilizzare una cipolla comunemente conservata che abbia incominciato spontaneamente a germogliare cosi da poter facilmente estrarne il bulbo. Senza il germoglio chiaramente visibile sarà impossibile che l’interramento dia i risultati desiderati: nel caso il germoglio non fosse ancora spuntato basterà aspettare qualche giorno in più. Il germoglio non dovrà essere di dimensioni eccessive e sarà di fondamentale importanza essiccarlo prima dell’interramento.

Piantare una cipolla germogliata

Cipolla

Prendete un coltello e pulite il cipollotto dalla parte esterna in modo da avere soltanto la parte interna del germoglio stesso. A questo punto Il bulbo sarà pronto per essere piantato. Bisognerà prendere un vaso di piccole o medie dimensioni: inserire al suo interno del terriccio di media qualità e riempitelo lasciando un paio di centimetri dal bordo superiore.

A questo punto bisognerà fare un buco al centro del terreno di circa 7/8 centimetri di diametro nel quale andremo ad inserire il nostro cipollotto con germoglio. Se non avete un attrezzo adatto, potrete creare il buco anche con le mani. Adesso ricopriremo, con il terriccio precedentemente avanzato dalla creazione del buco, la parte verde germogliata che sarà ovviamente rivolta verso l’alto. I vasi dovranno essere conservati in un luogo soleggiato ed innaffiati ogni qual volta il terreno diventa secco.

Per concludere

È possibile coltivare più germogli all’interno di un unico vaso, purché ci sia una distanza minima tra loro di circa 5/6 centimetri. Ricordate sempre di interrare i bulbi alla stessa profondità e di innaffiali contemporaneamente. Quando la nostra piantina di cipolla germogliata fiorirà, ci darà i semi necessari per poter passare ad una fase successiva: la coltivazione della cipolla da seme, ma quest’altro spetto verrà approfondito in un prossimo articolo.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO