Come moltiplicare le margherite da seme, da talea o per divisione in cespi

Le margherite sono il simbolo della primavera. Con il termine margherita si intende generalmente tutti quei fiori perenni o annuali appartenenti alla famiglia degli Aster. I membri di tale famiglia sono costituiti da un centro giallo o scuro, da cui si dipanano molteplici petali colorati.

Oltre alle classiche pratoline comuni, nei giardini si trovano comunemente anche echinacee, gerbere, rudbeckia, margherite Shasta e moltissime altre specie appartenenti alla medesima famiglia. Sebbene simili tra loro e facenti parte della stessa famiglia però, ogni specie ha abitudini di crescita, preferenze del suolo ed esigenze climatiche ben diverse.

La classica margherita è costituita da uno stelo lungo e liscio che supporta un unico fiore. Il fiore, è generalmente composto da petali bianchi e centro giallo. Tuttavia, esistono anche molte altre colorazioni come giallo, rosa e rosso. Le foglie sono tipicamente allungate e seghettate.

In termini di coltivazione, le margherite amano il sole, un terreno drenante, ma sono abbastanza resistenti in qualunque condizione climatica. Si consiglia di coltivarle già verso fine gennaio – inizio febbraio per avere un giardino o un vaso fiorito in primavera.

Moltiplicazione delle margherite

Campo di margherite bianche

Le margherite richiedono pochissime cure e sono facilissime da coltivare. Per moltiplicare le margherite esistono sostanzialmente tre metodi: semi, tale, divisione dei cespi. Tali metodi naturalmente dipenderanno dalla tipologia di margherita considerata.

Moltiplicazione da seme

Per la moltiplicazione da seme ci sono fondamentalmente 2 strade di partenza. Se hai già delle margherite a casa, puoi prenderne i semi non appena i petali sfioriscono e si seccano. Per farlo, basta semplicemente premere sui capolini essiccati con le dita.

Altrimenti puoi semplicemente optare per le bustine di semi. In tali bustine, reperibili in vivai e altri centri di giardinaggio, saranno disponibili molteplici varietà diverse.

Qualunque sia la strada di partenza, la semina delle margherite dovrà avvenire intorno a fine gennaio – inizio febbraio. Meglio optare però, per il semenzaio coperto al fine di evitare i danni delle gelate notturne. Con temperature notturne più miti e a seguito della germinazione, sarà possibile trapiantarle.

Moltiplicazione per talea

La moltiplicazione per talea darà piante eguali alla madre. Tale moltiplicazione è semplice e immediata. In questo caso si andrà a tagliare un piccolo rametto di circa 10 cm dalla pianta nativa. Una volta rimossi fiori e foglia dall’estremità inferiore del rametto, questo verrà poi posizionato per qualche giorno in sola acqua o in mix di torba e sabbia umidi. La talea necessita luce solare indiretta. In poco tempo si creeranno nuove radici e la talea potrà dunque essere trapiantata in vaso o in giardino.

Moltiplicazione per divisione dei cespi

Margherite color lilla

L’ultimo metodo consiste nella divisione dei cespi. Tutte le varietà di margherite necessitano della divisione almeno ogni 3 – 5 anni. Questo infatti andrà a ringiovanire la pianta, stimolando nuova crescita e, soprattutto, una fioritura sana.

Generalmente per tale moltiplicazione si sceglie l’autunno o la primavera, quando la pianta non è più in fiore. In realtà però, sarebbe da preferire l’autunno giacché il terreno e le miti temperature donano alla pianta il tempo di stabilizzarsi. Se invece opti per la primavera, attendi la nuova crescita verde.

Per dividere i cespi è opportuno scavare la pianta dal terreno. Con una pala o aiutandoti con altri strumenti, puoi inserirli direttamente nel terreno a circa 10-15 cm dal centro della pianta e iniziare a dissotterrare. Attenzione però a non danneggiare le radici. Una volta disseppellita la pianta di margherite, con la zolla, si può dividere semplicemente il ciuffo con le mani.

Assicurati che ogni divisione sia costituita da una cima e diverse radici sane. A questo punto puoi interrare le varie divisioni, compattando leggermente il terreno. Innaffia i nuovi cespi ed eventualmente aggiungi del pacciame per mantenere l’umidità e conservare la temperatura del suolo.Come moltiplicare le margherite