Come conservare i bulbi dei giacinti sfioriti per poterli ripiantare

I Giacinti sono piante bulbose (come il tulipano di cui abbiamo già parlato, o anche le cipolle) tipiche dell’area Europea ed Asiatica, devono la loro grande diffusione grazie ad alcune caratteristiche tra cui semplicità di coltivazione sia esternamente che internamente all’abitazione, e varietà dei colori spesso sgargianti.

La specie più diffusa è indubbiamente quella del Hyacinthus Orientalis, i suoi colori possono variare dal rosso, al bianco, al lilla ad altre più scure quasi tendenti al blu.

giacinto orientale

Le dimensioni dei fiori sono molto notevoli, in alcuni casi i racemi possono arrivare ad una lunghezza fino a 15 cm, la loro forma è tubolare con la terminazione a stella mentre le sue foglie sono stiliformi di un colore verde sgargiante.

Oltre ai colori e alla forma a rendere questa pianta particolarmente apprezzata è il dolce e intenso profumo che riesce ad emanare dai suo fiori.

Per quanto i giacinti siano soliti fiorire verso marzo, oggi questo fiore colorato e profumatissimo anticipa la fioritura nella stagione invernale, più precisamente verso Gennaio.

La fioritura di questo fiore tuttavia non dura molto a lungo, dopo solo una settimana che il Giacinto ha raggiunto il suo massimo splendore inizierà immediatamente ad appassire.

Tuttavia non preoccupatevi, per quanto i fiori del Giacinto abbiano vita relativamente breve esiste un metodo che permette di essiccare e conservare il bulbo sino alla stagione successiva dove sarà in grado di rifiorire nuovamente.

Per chi non fosse esperto di fiori e giardinaggio andiamo ad indicare cosa sia di preciso il bulbo, la parte più importante della pianta. Il bulbo possiamo immaginarlo come una specie di magazzino sotterraneo in grado di produrre continuamente fiori, esso difatti contiene al suo interno tutte le sostanze nutritive di cui la pianta necessita per fiorire.

Ecco perché se si conserva in modo adeguato il bulbo, per quanto la pianta possa essere sfiorita, potremo dargli nuovamente vita in ogni stagione di fioritura. Andiamo a vedere quindi come si conserva in modo corretto il bulbo del Giacinto.

Conservazione del bulbo

Bulbo del giacinto

Quando il Giacinto ha terminato il suo periodo di fioritura abbiamo due possibilità: recidere lo stelo e metterlo a mollo nell’acqua, oppure attendere che la sfioritura faccia il suo corso naturale.

Un errore in ogni caso da evitare tassativamente è quello di recidere le foglie che si presentano ancora verdi, esse difatti possiedono ancora sostanze nutritive utili al bulbo per i processi di fioritura successivi.

Un altro accorgimento è quello di continuare ad annaffiare il bulbo pur se la pianta risulta sfiorita, esso infatti continua a vivere malgrado il resto del Giacinto stia appassendo.

Quando avremo notato le foglie essere completamente secche potremo procedere a tagliarle, per quanto riguarda il bulbo invece esso dovrà essere spiantato con la massima delicatezza, ripulito e riposto in una scatola o anche in un sacchetto di carta, purché vi siano delle fessure in grado di garantire al bulbo la giusta areazione.

Una volta eseguiti questi passaggi il bulbo dovrà essere riposto in un luogo buio sino al giungere della stagione di fioritura successiva.

Verso il periodo di Luglio dovremo procedere a rinterrare il bulbo direttamente nel vaso o nel terreno. Prima di fare ciò tuttavia è consigliabile controllare che i bulbi siano integri e pieni, in caso contrario essi avranno perso le loro proprietà nutritive rendendo quindi impossibile la rifioritura del Giacinto.

Come piantare il Giacinto

Una volta che il bulbo è stato conservato in buone condizioni è fondamentale ripiantarlo nel modo corretto.

Se si ha intenzione di far crescere il Giacinto all’interno di un vaso bisogna riporre il bulbo ad una profondità di circa 15\20 cm dalla superficie.

Se i bulbi fossero più di uno è fondamentale mantenere la giusta distanza tra loro, nell’ordine dei 20 cm, al fine di evitare che si sottraggano a vicenda le sostanze nutritive presenti nel suolo.

Qualora volessimo piantare i Giacinti direttamente nel terreno esterno potremo badare meno a questi accorgimenti in quanto il suolo sarà molto più ricco e completo di nutrienti.

Utilizziamo diversi tipi di cookie per garantirti un'esperienza di navigazione ottimale. Troverai abilitati solo quelli che permettono il corretto funzionamento del sito e l'invio di statistiche anonime sul suo utilizzo.

Vuoi abilitare anche i cookie opzionali per le finalità indicate nella Privacy e Cookie Policy?

SI NO